Lanterna magica


La lanterna magica è una scatola che proietta, ingrandite, su uno schermo o una parete bianca, immagini dipinte su vetro con colori trasparenti. È il primo apparecchio destinato a proiezioni collettive: non più scatole o strumenti ottici da guardare da soli attraverso lenti, specchi o prismi, ma spettacoli da ammirare in compagnia, in piazza, in un salotto o, addirittura, in una sala di proiezione. La lanterna magica è composta da: una Fonte di luce: una candela, una lampada a petrolio o una lampadina elettrica l’intensità della luce è determinante per la nitidezza delle immagini proiettate;  un condensatore: una lente che concentra i raggi di luce sul vetro da proiettare;  un riflettore: uno specchio concavo, collocato dietro la fonte di luce, che raccoglie i raggi luminosi e li riflette sulle lenti del condensatore  un obiettivo: una o più lenti che ingrandiscono le immagini proiettate;  un camino: facilita l’uscita del fumo e il raffreddamento interno dell’apparecchio. Il vetro da proiettare viene inserito, capovolto, tra il condensatore e l’obiettivo. (da schede didattiche :L’Archeologia del cinema; Museo nazionale del cinema Torino.)  La  nostra lanterna è mancante dell’obiettivo,al suo posto è inserito un accessorio per esperienze di ottica. La fonte di luce è ad arco voltaico. 

 

Costruttore: Leybold.